Mian vendita articoli da regalo a Roma
la Cornice
la Cornice a cura di Francesco Mian Le cornici vengono utilizzate per sottolineare la bellezza della foto che ognuno di noi intende conservare come ricordo di qualche cosa che resti viva nel tempo; molti di noi, infatti, amano tenere sotto gli occhi le istantanee dei momenti più belli della vita e dei nostri cari; in questo caso la corni...

la Cornice

cornice-multipla_2014-12-09_11-02-06.png

a cura di Francesco Mian

Le cornici vengono utilizzate per sottolineare la bellezza della foto che ognuno di noi intende conservare come ricordo di qualche cosa che resti viva nel tempo; molti di noi, infatti, amano tenere sotto gli occhi le istantanee dei momenti più belli della vita e dei nostri cari; in questo caso la cornice è uno strumento ideale che, oltre a fornire la visione che noi desideriamo vedere, aiuta anche ad arredare con stile uno qualunque spazio.

Oggi le cornici vengono realizzate con i più svariati materiali: Argento, pelle, carta pressata, vetro, cristallo acrilico, lacca, eco pelle colorata, maiolica e tanti altri prodotti per cui sta a noi una scelta che si integri con il nostro arredamento.

Filosofia Elementare della Cornice

La funzione tradizionale della cornice è quella di isolare la foto per cui se concentriamo l'attenzione sull'immagine, la cornice, ci da il senso del limite oltre il quale si crea lo spazio illusorio al punto di farci intuire un qualsiasi altro spazio possibile al di la di quel confine.

Secondo il filosofo e sociologo tedesco Georg Simmel (1858-1918) la cornice genera isolamento; il pensiero di Simmel tradotto in parole povere per quanto ci riguarda può essere interpretato così: "Quel che la cornice procura alla foto o a qualsiasi dipinto è il fatto che essa simboleggi e rafforzi questa doppia funzione del suo confine; essa esclude l'ambiente circostante e quindi anche l'osservatore, dalla foto e contribuisce a porla a quella distanza in cui soltanto essa diventa esteticamente fruibile". Quando la cornice viene a mancare la nostra percezione della foto cambia ed accettiamo questa assenza soltanto nei dipinti di arte contemporanea in cui il rapporto "immagine del dipinto - mimesi - immagine della realtà" è stravolto o declinato.

by Francesco Mian
 
The frames are used to emphasize the beauty of the picture that everyone intends to keep as a memory of something that remains alive in the time; many of us, in fact, like to keep under the eyes snapshots of the best moments of life and our loved ones; in this case the frame is an ideal tool that, in addition to providing the vision that we wish to see, also helps to furnish with style any one space.
 
Today the frames are made of many different materials: silver, leather, pressed paper, glass, crystal acrylic, lacquer, eco leather colored majolica and many other products for which it is for us a choice that will integrate with our decor.
 
Elementary Philosophy of the frame
 
The traditional function of the frame is to isolate the photo so if we focus on the image, the frame, gives us a sense of the limit beyond which you create the illusory space to the point of making us imagine any other possible space to of the border of that.
 
According to the German philosopher and sociologist Georg Simmel (1858-1918) the frame generates isolation; the thought of Simmel translated into plain English for that matter can be interpreted as: "What the attorney to the photo frame or any painting is the fact that it symbolizes and reinforces this dual function of its border; it excludes the surrounding environment and hence the observer, from the picture and helps to place it at that distance in which it only becomes aesthetically enjoyable. " When the frame is lost our perception of the picture changes and we accept this absence only in the paintings of contemporary art in which the relationship "image of the painting - mimesis - picture of reality" is distorted or declined.