Mian vendita articoli da regalo a Roma
Capodanno Russo
Le Feste e tradizioni in Russia
Capodanno Russo Le tradizioni russe per le feste di fine anno da San Pietroburgo, raccontate dal team di Russian Center of Commerce e dal suo Presidente Sergey Pahomenko. Durante i primi giorni di dicembre le strade russe sono riccamente decorate per le feste natalizie con alberi addobbati e luci scintillanti. Le festività durano fino al n...

Capodanno Russo

Le tradizioni russe per le feste di fine anno da San Pietroburgo, raccontate dal team di Russian Center of Commerce e dal suo Presidente Sergey Pahomenko.

Durante i primi giorni di dicembre le strade russe sono riccamente decorate per le feste natalizie con alberi addobbati e luci scintillanti. Le festività durano fino al nostro Natale, che cade il 7 gennaio.

Ma il nostro giorno più importante è il 31 dicembre, quando ci scambiamo i regali, prima delle celebrazioni del nuovo anno.

In questo giorno Ded Moroz (Nonno Gelo) e sua nipote Snegurochka (La fanciulla della Neve) arrivano nelle case dalla loro maestosa residenza lontana nella vecchia città russa di Veliky Ustyug, in abiti azzurri o rossi; sono loro i protagonisti delle festività invernali russe ed il loro arrivo è accolto con grande festa.

Il 31 dicembre, la giornata di svolge, per tradizione, in questo modo:  Alle 17 si sistemano i doni ai piedi dell'albero, alle 18, si dispongono le insalate sul tavolo; per festeggiare il nuovo anno, infatti, è nostra usanza preparare moltissime insalate diverse (di verdure, di carne, di aringhe,...), tanto che spesso non bastano i piatti disponibili in casa per servirle tutte; alle 19 arrivano gli invitati per la cena e per i festeggiamenti di fine anno; alle 20, finalmente, Ded Moroz e Snegurochka fanno il loro ingresso per distribuire i regali ed intrattenere i bambini, facendo recitare loro poesie e canzoni in cambio di dolcetti, mentre si aspetta la mezzanotte ed i fuochi d'artificio.

Noi russi siamo soliti dire "Prima si crede a Ded Moroz, poi non si crede a Ded Moroz, infine si diventa Ded Moroz"...

Russian New Year
 
Russian traditions for the festive season from St. Petersburg, told by the team of Russian Center of Commerce and its President Sergey Pahomenko.
During the first days of December the Russian roads are richly decorated for Christmas with decorated trees and twinkling lights. The festivities last until our Christmas, which falls on January 7th.
 
But our most important day is December 31, when we exchange gifts before the New Year celebrations.
 
On this day Ded Moroz (Father Frost) and his granddaughter Snegurochka (The Snow Maiden) arrive in homes far from their palatial residence in the old Russian city of Veliky Ustyug, dressed in blue or red; they are the protagonists of the winter holidays Russian and their arrival is greeted with great celebration.
 
On December 31, the day of plays, traditionally, in this way: At 17 they settle the gifts under the tree, at 18, you have salads on the table; to celebrate the new year, in fact, it is our custom to prepare many different salads (vegetables, meat, herring, ...), so that often are not enough dishes available to serve them all at home; 19 guests to arrive for dinner and to celebrate the end of year; at 20, finally, Ded Moroz and Snegurochka are entering to distribute gifts and entertain the children, making them recite poems and songs in return for sweets, while waiting for midnight and the fireworks.
 
We Russians are used to say, "Before you believe in Ded Moroz, then you do not believe in Ded Moroz, finally becomes Ded Moroz" ...
 
La fine anno a San Pietroburgo