Mian vendita articoli da regalo a Roma
Feste e Ricorrenze
2 OTTOBRE FESTA DEGLI ANGELI CUSTODI   brevi note a cura di Francesco Mian   L'Angelo custode è un Angelo che sta a fianco di ogni uomo nella vita, aiutandolo e collegandolo a Dio. Fino al 1411, quando a Valencia venne istituita una festa per l'Angelo, non c'era un giorno preciso; oggi, invece, si festeggia il 2 di ottobre. ...
2 OTTOBRE
FESTA DEGLI ANGELI CUSTODI
 
brevi note a cura di Francesco Mian
 
L'Angelo custode è un Angelo che sta a fianco di ogni uomo nella vita, aiutandolo e collegandolo a Dio. Fino al 1411, quando a Valencia venne istituita una festa per l'Angelo, non c'era un giorno preciso; oggi, invece, si festeggia il 2 di ottobre.
Gli angeli custodi sono delle figure celesti presenti nell'universo religioso e culturale della Bibbia. Essi sono suddivisi in nove gerarchie: Cherubini, Serafini, Troni, Dominazioni, Potestà, Virtù celesti, Principati, Arcangeli e Angeli; ogni gerarchia è divisa in coro; i cori si distinguono per compiti, colori, ali, ed altri segni. Più distinti sono gli Arcangeli, i celesti messaggeri: Michele, Gabriele e Raffaele. La devozione per gli Angeli fu meglio definita, e conobbe nuova diffusione, dopo il Concilio di Trento, sotto il Papato di Paolo III nel 1545. A Minori, nel pittoresco villaggio Monte, sulla Costiera Amalfitana, una chiesetta dedicata agli Angeli Custodi è meta di visite turistiche e sede di festeggiamenti tutti gli anni il 2 di ottobre.
-----------------------------
altre brevi e simpatiche notizie sugli Angeli
(appunti da tanogabo)
gli Angeli Custodi
  
Il nuovo Calendario universale della Chiesa ha conservato non la festa, ma la memoria degli Angeli Custodi. Un tempo questa festa veniva celebrata il 29 settembre, insieme con quella di San Michele, Custode e Protettore per eccellenza. L'uso di una festa particolare dedicata agli Angeli Custodi si diffuse nella Spagna nel 1400, e nel secolo successivo in Portogallo, più tardi ancora in Austria; nel 1670, il Papa Clemente X ne fissò la data al 2 ottobre.
La devozione per gli Angeli è più antica di quella per i Santi; prese particolare importanza nel Medioevo quando i monaci solitari ricercarono la compagnia di queste invisibili creature e le sentirono presenti nella loro vita di silenzioso raccoglimento.
Dopo il concilio di Trento - 1545 -, la devozione per gli Angeli fu meglio definita e conobbe nuova diffusione. Nella vita attuale, però, gli uomini trascurano sempre di più la propria angelica compagnia, e non avvertono ormai la presenza di un puro spirito, testimone costante dei pensieri e delle azioni umane; di solito si parla dell'Angelo Custode soltanto ai bambini, e per questo anche l'iconografia si è fissata sulla figura dell'Arcangelo Raffaele, che guida e conduce il giovane Tobiolo.
Gli adulti, invece, dimenticano facilmente il loro adulto testimone e consigliere, il loro invisibile compagno di viaggio, il muto testimone della loro vita, e anche questo aumenta il senso della desolazione e addirittura dell'angoscia che caratterizza il nostro tempo, nel quale si sono lasciate cadere, come infantili fantasie, tante consolanti e sostenitrici verità di fede. E', infatti, verità di fede che ogni Cristiano, dal Battesimo, riceve il proprio Angelo Custode, che lo accompagna, lo ispira e lo guida, per tutta la vita, fino alla morte, esemplare perfetto della condotta che si dovrebbe tenere nei riguardi di Dio e degli uomini. L'Angelo Custode è dunque il luminoso specchio sul quale ogni cristiano dovrebbe riflettere la propria condotta giornaliera; è per questo che la Chiesa ha dettato una delle più belle preghiere che dice: "Angelo di Dio, che sei il mio custode, illumina, custodisci, reggi e governa me, che ti fui affidato dalla pietà celeste e così sia ". 
 
Chi sono gli Angeli custodi?
Sono creature delicate e sottili, emanazione dell'energia creatrice degli Arcangeli, essi sono pura essenza d'amore, invulnerabili; sono incorruttibili e privi del decadimento che caratterizza gli esseri umani. Gli Angeli sono quindi creature spirituali che vivono tra la quarta e la quinta dimensione. La quarta sono i piani astrali (superiore e inferiore), dove vive anche il nostro corpo spirituale, collegato al corpo fisico attraverso i chakra. (I chakra sono vortici d’energia all'interno della nostra aura, lungo la spina dorsale, sotto forma di colori dell'arcobaleno) - La quinta è la dimensione degli Arcangeli, dove coabitano anche gli Angeli.
 
Come li contatto?
Per entrare in contatto con gli Angeli, è necessario che si chieda loro di farlo; loro non possono stabilire il contatto se non siamo noi a deciderlo, chiedendolo, e quindi innescando una decisione in libero arbitrio; succede, infatti, che ogni decisione personale o intenzione, generi delle "forme pensiero", ossia delle vere e proprie creazioni concrete sulla quarta dimensione. Quindi se vorrete far loro una domanda, pensatela con amore e ponetela come se si parlasse ad un tuo amico/a molto caro/a; non curatevi se non vedete o sentite nulla, loro vi vedono e leggono il vostro pensiero, oltre che le radiazioni che emanate. Siate pronti a sentire il loro soffio lieve e dolcissimo sul viso e sul collo: non è vento o aria smossa da un fenomeno fisico, è' il Tuo angelo Custode che ti accarezza.