Oggetti d'arte russa Mian
6/2 - Primavera

Osenev, Nikolai I.
1909 - 1983
dipinto nel 1951
cm. 23 x 33
Pittori Russi - Russians Painters
Pittori Russi del '900 iscritti ai Beni Culturali dell'ex URSS
Osenev, Nikolai Ivanovich 1909 - 1983 Pittore nato a Mosca nel 1909 e morto nella stessa città nel 1983. Artista insignito al merito delle RSFSR, " Repubbliche Socialiste Sovietiche e della Repubblica Popolare Polacca". Durante la sua infanzia si occupò dei disegni e degli studi Bogoslowskij, Dimitri Fedorovich (accademico del...

Osenev, Nikolai Ivanovich

1909 - 1983

Pittore nato a Mosca nel 1909 e morto nella stessa città nel 1983.

Artista insignito al merito delle RSFSR, " Repubbliche Socialiste Sovietiche e della Repubblica Popolare Polacca". Durante la sua infanzia si occupò dei disegni e degli studi Bogoslowskij, Dimitri Fedorovich (accademico della pittura russa nato a Mosca nel 1870) in quanto, la sua predisposizione per il disegno si fece notare fin da bambino; molto spesso i suoi genitori, entusiasmati dal talento di Nikolai, lo portavano alla galleria Tretjakow, galleria dotata di enormi sale e di uno straordinario confort, dove una luce insolita proveniente dall'alto dava ai visitatori una grandissima emozione, ogni visita alla galleria era per il piccolo artista una gran festa, e questo suo entusiasmo lo spinse a studiare presso un atelier privato. Dopo la maturità entrò all'Istituto Politecnico di Mosca, e successivamente lavorò come perito edile ed architetto.

Nel 1938 iniziò a frequentare la Scuola Superiore d'Arte di Mosca "Surikow" dove aveva per insegnanti grandi maestri quali: Grabar, Igor Emmanuilovich (1971-1960), Lentulov, Aristarkh Vasilevich (1982-1943) e Osmerkin, Aleksandr Aleksandrovich (1992-1953); allo scoppio della Seconda Guerra Mondiale l'artista, studente del terzo anno, andò al fronte, e soltanto nel 1946 potè proseguire i suoi studi, venendo ammesso al quarto anno presso l'Istituto d'Arte di Mosca dove, nel 1949, terminò la sua preparazione sotto la guida del grande Gerasimov, Sergei Vasilevich (1885-1964); al termine degli studi, Osenev, si mostrò artista maturato e pieno di capacità creativa. 

Mestro  conosciutissimo come pittore di quadri tematici e paesaggistici; nei numerosi paesaggi dai quali sembra fuoriuscire una "musicalità" lirica si può notare il profondo amore nutrito per la natura del suo paese; come architetto, Osenev, ha lavorato nello studio di architettura e pianificazione presso alcuni circoli statali sotto la direzione del notissimo urbanista Toroschtschenko. Mantenendo la sua fede per questa scienza, ha dipinto moltissimi quadri riguardanti le città a lui più care come, Mosca, Leningrado, Firenze, Parigi, Glasgow, Londra, Manchaster, Varsavia e tante altre ancora, rappresentando la loro struttura plastica, il loro sviluppo e, soprattutto il loro carattere. 

Nell'arte russa, questo artista si può considerare uno dei più grandi per quanto riguarda la tematica storica rivoluzionaria, i suoi più grandi quadri sono: "Ottobre al Smonly" e "Le Prime Parole della Potenza Sovietica"; questi come molti altri furono dedicati alla rivoluzione e al periodo della ricostruzione della Russia. La grandezza di questo maestro è quella di saper rispecchiare con sensibilità ed amore i colori semplici e tenui della natura: in tutte le sue pitture i paesaggi assumono un carattere poetico, egli riesce a coordinare con grande capacità colori ed emozioni; i dipinti di Osenev sono esposti in molti musei della Russia, ed anche nella famosa, prediletta galleria TRETJAKOW. 

Fin dal 1947 prese parte a mostre d'arte in tutta l'Unione Sovietica, in tutti i più importanti paesi europei, negli Stati Uniti e in Giappone. 

Painter born in Moscow in 1909 and died in the same city in 1983.

Artist of the RSFSR awarded on merit, "Soviet Socialist Republics and the Polish People's Republic." During his childhood took charge of the drawings and studies Bogoslowskij, Dimitri Fedorovich (academician of Russian painting was born in Moscow in 1870) because, his talent for drawing was noted as a child; very often his parents, impressed by the talent of Nikolai, took him to the gallery Tretjakow, gallery with huge rooms and an extraordinary comfort, where an unusual light from above gave the visitors a great emotion, every visit to the gallery was for the little artist a big party, and that his enthusiasm led him to study at a private studio. After high school he entered the Polytechnic Institute in Moscow, and later worked as a structural engineer and architect.

In 1938 he attended the High School of Art in Moscow "Surikow" where teachers had to great masters such as: Grabar, Igor Emmanuilovich (1971-1960), Lentulov, Aristarkh Vasilevich (1982-1943) and Osmerkin, Aleksandr Aleksandrovich (1992 -1953); at the outbreak of World War II the artist, a third year student, went to the front, and only in 1946 was able to continue his studies, and was admitted to the fourth year at the Art Institute of Moscow where, in 1949, ended its preparation under the guidance of the great Gerasimov, Sergei Vasilevich (1885-1964); at the end of the studies, Osenev, showed matured artist and full of creative ability.

Mestro well known as a painter of pictures thematic and landscape; in the numerous landscapes from which escape seems a "musicality" lyric you can see the deep love nourished by the nature of his country; as an architect, Osenev, he worked in the studio of architecture and planning in some circles state under the direction of well-known urban planner Toroschtschenko. Keeping his faith to this science, has painted many paintings on the city dearest to him as, Moscow, Leningrad, Florence, Paris, Glasgow, London, Manchaster, Warsaw and many others, representing their plastic structure, their development and above all their character.

In Russian art, this artist can be considered one of the greatest regard to thematic historical revolutionary, his greatest paintings are: "October to Smonly" and "The First Words of the Soviet Power"; such as many others were devoted to the revolution and the period of reconstruction of Russia. The magnitude of this master is the ability to reflect with sensitivity and love the simple colors and subtle nature: in all his paintings landscapes take on a poetic character, he is able to coordinate with large capacity colors and emotions; Osenev paintings are exhibited in many museums of Russia, and also in the famous, beloved gallery Tretjakow.

Since 1947 he took part in art exhibitions throughout the Soviet Union, in all major European countries, the United States and Japan.

 

Impressionisti, Post Impressionisti e Real Socialisti
Arte Russa - Russian Art