Oggetti d'arte russa Mian
Pittori Russi - Russians Painters
Pittori Russi del '900 iscritti ai Beni Culturali dell'ex URSS
Uljanov, Nikolaj Ivanovich 1922 - 1990 Valentissimo pittore nato nel 1922 da una modesta famiglia di contadini nel villaggio di Poluchkino vicino a Twer - territorio di Kalinin - ed insignito al merito delle Repubbliche Socialiste Sovietiche; morì a Mosca nel 1990. Fin da molto piccolo iniziò a dipingere ed a mostrare con molta dec...

Uljanov, Nikolaj Ivanovich

1922 - 1990

Valentissimo pittore nato nel 1922 da una modesta famiglia di contadini nel villaggio di Poluchkino vicino a Twer - territorio di Kalinin - ed insignito al merito delle Repubbliche Socialiste Sovietiche; morì a Mosca nel 1990.

Fin da molto piccolo iniziò a dipingere ed a mostrare con molta decisione quella che in seguito sarà la sua futura professione; nonostante le enormi difficoltà finanziarie iniziò e condusse a fine i suoi studi artistici sotto la direzione di tre grandissimi artisti sovietici maestri dell'impressionismo, post impressionismo e real socialismo russo: "Yuon Konstantin F. 1875-1958 - Zacharow Iwan I. 1885-1969 e Marosow k.F.".

Nel 1942, pur avendo avuto la possibilità di restare a Mosca per insegnare e continuare i propri studi, preferì partire per la guerra arruolandosi volontariamente nelle truppe di difesa moscovite. L'anno dopo, nel 1943, riportò gravissime ferite che lo resero grande invalido per tutta la vita con continui gravi problemi di salute e, cosa molto seria, con continue crisi a livello psichico.

Dal 1945 in poi la sua vita fu dedicata interamente all'arte e ripeteva in continuazione  di non poter vivere senza la pittura; nel 1950, dopo aver fatto già numerose mostre collettive invitato come grande invalido di guerra ma soprattutto come artista di grandissimo talento venne nominato primo in assoluto tra i grandi maestri del Real Socialismo Sovietico; nel 1958 divenne membro permanente dell'Unione Artisti Sovietici riportando, sotto questa sigla, grandissimi successi sia in patria che all'estero.  

Le sue migliori opere sono da collegarsi alla rappresentazione della natura del paesaggio della Russia centrale, dalla quale trae un interessante materiale paesaggistico e da collezione; famosi i suoi ritratti e le scene di vita popolare dove la profonda tristezza del popolo russo viene celata con colori brillanti e molto reali. 

Uljanow amava viaggiare per poter dimenticare, per quanto possibile, i guai provocati dalla totale infermità e durante questi lunghi periodi produsse i suoi più importanti lavori.

E' un pittore essenzialmente realista che è riuscito a realizzare sia quadri semplici che molto elaborati sempre con grande dedizione e senza concedersi riposo nè fisico nè artistico. Durante la sua vita di artista ha continuato il lavoro dei suoi più importanti maestri al fine di mantenere sempre viva la pittura che tende a raccontare le realtà nella quale egli ha vissuto; non amava fare mostre personali in quanto la sua modestia e la sua timidezza lo rendevano alquanto misantropo

Dal 1951, insieme ai più grandi artisti sovietici, Uljanow, ha preso parte a tutte le più importanti mostre collettive organizzate sul territorio russo, nel 1971 fu costretto, dal Regime, ad effettuare una sua mostra personale permanente a Mosca nella Casa delgi Artisti Sovietici, mostra, che ancora oggi, viene visitata da migliaia di appassionati di pittura sia russi che turisti in genere.

Questo artista è, oggi, apprezzatissimo anche all'estero, dove, i suoi quadri, si trovano, dal 1990 anno della sua scomparsa, in modo permanente, presso le più importanti gallerie d'arte sia Europee che di altri stati quali il Giappone, l'Australia, il Canada e gli Stati Uniti d'america; molti sono i musei russi che vantano opere di questo pittore realista: Museo artistico di Jaroslaw, museo centrale di Mosca, galleria Tretjakow di Mosca, galleria di quadri di Ershowsk, museo d'arte di Rybinsk, di Rostw e di Perejaslawl, nella casa di cultura di Uglitschesk e nell'esposizione artistica dei fondi delle Repubbliche Socialiste Popolari Sovietiche.

 

From 1945 onwards, his life was devoted entirely to art and kept repeating that he could not live without painting; in 1950, after having already numerous group exhibitions invited as great war invalid, but above all as an artist of great talent was named first-ever among the great masters of Real Socialism Soviet; in 1958 he became a permanent member of the Union Artists Soviets reporting under this symbol, great successes both at home and abroad.

His best works are to be connected to the representation of the nature of the landscape of central Russia, from which he draws an interesting material landscaped and collectibles; his famous portraits and scenes of everyday life where the deep sadness of the Russian people is hidden with bright colors and very real.

Uljanow loved to travel in order to forget, as far as possible, the troubles caused by the total infirmity and during these long periods produced his most important works.

It 'an essentially realist painter who managed to create both simple and elaborate paintings always with great dedication and without giving rest neither physical nor artistic. During his life as an artist has continued the work of his most important teachers in order to keep alive the painting that tends to tell the reality in which he lived; did not like to do solo shows since his modesty and shyness made him somewhat misanthropic.

Since 1951, with the greatest Soviet artists, Uljanow, took part in all the most important group exhibitions organized on the territory of Russia, in 1971 he was forced, by the Board, to perform a solo exhibition in Moscow in the House Permanent username Artists Soviets, shows, that even today, is visited by thousands of fans of painting both Russian tourists in general.

This artist is, today, much appreciated abroad, where, his paintings can be found, from 1990 year of his death, permanently, at major art galleries is that other European states such as Japan, Australia, Canada and the United States of America; there are many Russian museums that have works of this realist painter Art Museum of Jaroslaw, Central Museum in Moscow, Moscow Tretjakow gallery, gallery of paintings by Ershowsk, art museum in Rybinsk, of Rostw and Perejaslawl, in the house Uglitschesk culture and artistic exposition of the funds of the Popular Soviet Socialist Republics.

 

 

Impressionisti, Post Impressionisti e Real Socialisti
Arte Russa - Russian Art